Guadi, colline, sentieri e spirito trail.

La 5^ edizione della MoMot (Monza-Montevecchia EcoTrail) è stata onorata anche quest’anno dai Marciatori Desio con ben 4 coppie al via. La tanto attesa corsa si è confermata un evento al quale il podista brianzolo non può rinunciare! Si corre in casa e per l’esattezza nel “salotto” della Brianza. Così è rinominato il percorso, che partendo dal magnifico parco della Villa Reale di Monza, giunge a Montevecchia dopo 34 duri e altalenanti chilometri.

L’Inno nazionale saluta le 207 coppie in fila per la partenza… da brividi! La Villa Reale fa da cornice a una delle partenze più suggestive che mai, e le varie coppie accalcate ad aspettare il loro momento rendono il Via vivo, frizzante e festoso! In ordine di pettorale i Marciatori partono con Fabio & Gianni #73, Alessando & Claudio #90, Dipak & Paolo #96 ed infine (letteralmente visto il numero di pettorale) Michele & Stefano #204.

Si parte subito forte con i primi 4 km che determinano la coppia più veloce nel “GP della Velocità”.

Tratto che scorre veloce all’interno del parco di Monza fiancheggiando l’autodromo di F1; percorrendo poi la ciclabile che costeggia il fiume Lambro ci si porta verso la Canonica e si raggiunge così l’incontaminata val Pegorino. Questo tratto è senza dubbio il più frizzante e divertente di tutto il percorso;noto come sentiero dei guadi, si snoda per circa 3km in un bosco attraversato dal rio Pegorino; la traccia del sentiero obbliga infatti le coppie a dover guadare letteralmente il corso d’acqua in più occasioni; il tutto con un terreno a tratti fangoso e sconnesso con saliscendi che già a questo punto della gara, mettono a dura prova i vari corridori.

A render ancor più dura la corsa ci pensa il successivo tratto di gara; 8 km tra i colli brianzoli sotto un sole cocente che appanna le idee di molti corridori. E’ il primo vero caldo dell’anno e ciò fa si che il corpo ne risenta non poco. Il panorama che però circonda i protagonisti è stupendo e mostra in lontananza il promontorio di Montevecchia  che da lì a poco li impegnerà in una dura salita!

Un nuovo e improvviso guado, questa volta fino sopra la cinta, non solo rinfresca letteralmente le gambe e le idee dei nostri eroi, ma li proietta a quello che sarà il tratto più duro di tutta la MoMot, ovvero il “GP della montagna”.

La sfida nella sfida porta le coppie in quasi 2 km, a 500m circa di altezza (MontevecchiaAlta),in una cronoscalata da affrontare tutta d’un fiato nonostante le gambe affaticate dai 26 km appena percorsi.

Nemmeno il tempo di godersi il mini traguardo raggiunto, che si riparte in picchiata verso il definitivo traguardo che ad alcuni sembra ormai un miraggio. La discesa è divertente e suggestiva, a tratti tecnica e con passaggi da non sottovalutare, ma è pur sempre discesa e questo, almeno mentalmente, accompagna le coppie stremate dal caldo e dal percorso fino all’arrivo; non prima però di un ultimo guado!

33,5 Km! Finalmente il traguardo! Braccia al cielo, ma con una ben stretta a quella del compagno!

Questo è il giusto modo per tagliare il traguardo della MoMot e il vero spirito di questa corsa!

Complimenti ai nostri Fabio, Gianni, Alessandro, Claudio, Dipak, Paolo, Michele e Stefano.

Hanno onorato il Gruppo Marciatori Desio in quella che entra prepotentemente nella la top ten delle corse più belle della Brianza, grazie al prezioso lavoro del gruppo podistico Monza Marathon Team.

 

RISULTATO FINALE

 

34°    Ponti Alessandro – Bianco Claudio        3:06:46

69°    Trasente Michele – Riccardi Stefano      3:20:54

108° Roli Dipak – Raitano Paolo                      3:36:07

115° Valcarenghi Fabio – Arosio Gianni           3:40:01

Share: