Ore 8:10, partenza destinazione Pisa. Per molti se non per tutti significa vedere la Torre, Piazza dei Miracoli, il Battistero, immagini che vedi solo in cartolina. Avere tutto questo come sfondo quando tagli il traguardo di una Maratona… Bordighera, paesaggio innevato, il treno si ferma, attimi di attesa che diventano ore. Ci fanno scendere promettendoci andrà tutto bene…di colpo mi trovo su di un Pullman, non ho spazio per le gambe, il mio vicino ha una tosse che mi tormenta per un’ora e mezza, questo è il tempo necessario per arrivare a Genova.  il binario, lo trovo salgo in carrozza, sorpresa è il treno da cui ero sceso a Bordighera. Si parte, una fermata, fermi nuovamente. Si sale su di un treno locale quindi Genova. Dopo tre ore via, verso Pisa. Non poteva mancare il cambio di albergo…Sono le 22:00,apro la porta della camera, mi sono dimenticato qualcosa, ma cosa? Mangio nella prima osteria che trovo, torno in camera, guardo l’orologio sono le 23:30.Spengo la luce, mi lascio alle spalle l’immagine di una vecchia cartolina che i miei nonni tenevano su di una credenza. Ora è realtà ! Il resto lo conoscete, ringrazio tutti voi, dal primo all’ultimo. Un grazie a mia moglie Milena, senza la quale non riuscirei a fare tutte queste cose.

Share: