E’ stata la mia prima mezza competitiva, dopo il lungo di Parma, ci voleva un bel veloceLe gambe le sentivo girare bene, i saliscendi mi hanno spezzato il ritmo, calando nella parte centrale. Nell’insieme mi ritengo soddisfatto, devo imparare ad ascoltare maggiormente i consigli dei miei compagni di squadra. Correre con loro mi ha fatto letteralmente cambiare marcia, dato fiducia, senza mai scordare che sono umano e quindi con dei limiti. Grazie e un abbraccio a tutti!

Share: