Un anno fa, di questi tempi facevo la mia prima mezza a Monza sotto l’acqua e con guadi da superare; mentre oggi ad un anno di distanza sono qui, con Cesare e Pietro ed altri 2797 iscritti  (infatti rispetto all’anno scorso c’è molto più casino) , a correrla ma soprattutto a cercare di capire quali sono le mie reali condizioni fisiche dopo una polmonite ad Agosto, che mi ha tenuto  fermo quasi un mese.  Arrivati all’autodromo ci incontriamo con Davide e Anna .. qualche chiacchera e poi tutti a cambiarsi …ecco da lì in poi i due grandi fenomeni non li abbiamo più visti troppo veloci anche alla partenza. Io, Cesare e Pietro insieme al mio collega Valerio ci immettiamo in griglia (azzurra .. specifico perché per me era un evento). Mi ero fatto tutta una tabellina su come e a quanto percorre varie frazioni della gara per non sforzare troppo. Bene siamo tutti pronti … lo starter ha dato il via ed  anche la mia tabellina è partita. In gara ho dato tutto, come ognuno di noi, ma gli ultimi 3km sono stati molto ma molto lunghi … le gambe erano di marmo, soprattutto dopo l’ultima salita  … ma ormai mancavano 3km … non si può mollare … mi sentivo la voce di Fabio che mi diceva: ”dai Ale dai Ale non mollare … guarda quella viola. Dai che manca poco…“. Ormai ero arrivato, vedevo l’arrivo, vedevo pure Pietro davanti a me … volevo raggiungerlo ma non ne avevo proprio più la benzina era finita e con quello che costa … meglio risparmiarla per la prossima gara. All’arrivo sappiamo già di Anna che è prima … ritiro la borsa e uso la tecnologia per andare sul sito Tds per vedere i tempi … Anna fa 1h25’46” ma la cosa impressionante è che rifila quasi 2 minuti alla seconda … SPETTACOLO PURO e MARCIATORI DESIO sul tetto della BRIANZA

Share: