Ordine del capitano: Appuntamento ore 7.00 da Giampino

Presenti: 
1° capitano: DUZZA _ missione: Maratona
2° capitano: GIAMPI_ missione: Ultra Half Marathon (30 Km) alla media più volte calcolata secondo i “santi tabellari” di 4.35 /km per poi aumentare nel finale, con lo scopo di portare i due marinai al traguardo in un tempo dignitoso…..
Marinaio Cesarone: Presente sull’attenti pronto ad eseguire gli ordini
Marinaio Viky: “prezzemolo” della situazione,

 ultimamente spesso presente, non perde un allenamento o una gara alla sua portata nella mera convinzione che il 15 aprile riuscirà a tagliare il traguardo di quei benedetti o maledetti 42 km……
Tutti puntuali alla partenza, i 4 raggiungono Piacenza abbastanza celermente e dopo aver completato i soliti rituali di ritiro pettorali, caffè e vestizione, subito la prima preoccupazione per Giampino: Viky è sparita, non si trova e tutto il lavoro puntuale e preciso, programmato per lei, sembra andare in fumo fino a due minuti prima della partenza quando lei, donna dalle mille risorse (e con questo, permettetemelo intendo anche cervello…) sale in spalla di un ragazzo alto incontrato per caso, individua e raggiunge i suoi compagni di squadra, tranquillizzando Giampino che in un attimo resetta il suo “computer interno” pronto a partire alla velocità programmata.
Subito dopo lo start il 4.35…rimane solo teorico: il gruppetto parte alla disperata ricerca di evasione dal gruppone che impedisce di stabilizzare la velocità di crociera.
Ci si riesce intorno al 4° km, e da qui…..velocita’ regolare: la media permette di scambiare qualche battuta con chi si incontra per strada, valutare le donne da superare a seconda del colore del pettorale e pianificare i km successivi.
Al 19° km i 4 amici si dividono: al giro di boa il 1° capitano dopo aver raccomandato i due marinai a Giampino, prosegue per la maratona e gli altri 3 ritornano verso la città per affrontare gli ultimi 11 km. Viky tenta di impostare una gara un po’ più sostenuta ma la sua inesperienza viene più volte frenata da Giampino che la esorta a risparmiare energia almeno fino al 26° km. Cesarone segue a ruota, si adegua alle accelerate e alle “frenate” che i due si rimbalzano.
La formazione vede Giampino e Cesarone davanti a coprire, proteggere e coccolare Viky che con il fiato sul loro collo, non li molla!
Non so perché’, al 27,60km Viky è davanti e non sentendo il 2° capitano, si volta, lo vede accasciato. Primo pensiero: “forse si sono slacciate le stringhe”….poi realizza: “i crampi” del suo capitano…..Che si fa?….Disposta a fermarsi per il suo Giampi, Viky viene più volte esortata a proseguire e viene affidata a Cesarone che la scorterà fino al traguardo dove i due marinai arrivano mano nella mano in 2h12’04’’ e subito dopo a denti stretti anche Giampino … 2h13’15”.
E il 1° capitano ?????? Dai racconti del protagonista, dopo aver lasciato la sua squadra ha trovato nuovo amico con cui ha corso la parte rimanente della sua splendida gara (allenamento lui dice…..). A 3 ore dallo start Giampi ordina ai due marinai di portarsi in linea di traguardo ad aspettare il capitano che di lì a breve sarebbe arrivato!!!!!!!!
Infatti poco dopo….eccolo, con il suo passo inconfondibile, il grande DUZZA taglia il traguardo in 3h09’03’’ esortato dai compagni a stare sotto le 3h.10!!!!!!!!!
Che dire…..emozioni ????? Chiamale se vuoi EMOZIONI!!!!!!
Un grazie di cuore a tutti i miei uomini, vi voglio bene persemprevostra ViKy.
 
Share: