Girovagando con la sede per alcuni bar di DESIO, e senza sponsor, mi sono dato da fare per risolvere quanto prima, questi due problemi importanti, che dovevano dare credibilità al Gruppo. Ho trovato la soluzione Sede, rivolgendomi al mio parroco della chiesa. SS. PIETRO e PAOLO in via S. Caterina n.9 (Bar Oratorio).

 

Per lo Sponsor, valido per la sopravvivenza del gruppo, mi sono rivolto a una nuova attività commerciale appena aperta “TESSILDESIO” di via Milano, in cerca anche lei di pubblicità. L’abbinamento sport e attività sportiva, ha portato bene all’azienda, la quale ha rinnovato con noi 2/3 anni circa. L’abbinamento con il gruppo, consisteva sempre nella solita formula di pagarci le fatture dell’abbigliamento. Per recuperare un  po’ di soldini in più, ci affidavamo all’organizzazione della manifestazione sportiva “STRADESIO”. Le possibilità erano limitate, ma questa organizzazione ci permetteva di praticare questo sport, nell’interesse di tutti. Il titolare della Tessildesio, mi chiese di organizzare una marcia con partenza e arrivo dal negozio. La cosa non era una soluzione ideale, perché la posizione del negozio era troppo trafficata, ad ogni modo, la manifestazione si é fatta, é andata bene nonostante le difficoltà, correndo anche qualche rischio. Lo sponsor é stato contento, e questo era il nostro obiettivo. Devo dire che in questo periodo, si sono inseriti nel gruppo persone validissime, sia dal lato sportivo, che organizzativo, come i Sig. GALLO MARIO(Segretario), Fratelli BISCARO (anche ottimi atleti), il Sig. ZARBO FILIPPO, nomino i più rappresentativi, che mi hanno dato una grossa mano, fra loro devo ringraziare anche i coniugi CAVINATO, sempre molto attivi, specialmente nell’organizzazione della marcia. Devo dire che il Gruppo oltre ai normali marciatori, aveva anche buoni e ottimi atleti che ci hanno aiutato con il loro validissimo impegno sportivo a distinguerci, come, non esagero, uno dei migliori Gruppi di marcia della Brianza, insieme ai Gruppi MARATHON di SEVESO, e i MARCIATORI CARATESI. Questi e altri gruppi, ci tenevano ad averci come partecipanti, lo dimostrano le nostre partecipazioni alla 6 X 1 ora in pista a CARATE BRIANZA, con 2 squadre – Sq. A con gli atleti migliori – Sq. B con gli ottimi rincalzi. Io mantenevo inoltre rapporti di amicizia con questi validi gruppi, partecipavo a volte alle loro riunioni, anche per tenere alto il livello del nostro Gruppo. Il mio impegno era forse troppo impegnativo, per questo, mi sono poi amareggiato, portandomi a lasciare più tardi. Valutai il mio impegno, il comportamento di alcuni piccoli uomini, che si perdevano creando problemi nell’interno del gruppo, per cose di piccolo egoismo personale, la valutazione di tutto questo mi ha fatto prendere quella decisione. Hanno aiutato invece ad alzare la stima al nostro gruppo, anche le partecipazioni alle gare competitive come la MONZA-RESEGONE, la MONZA-MONTEVECCHIA, la INVERIGO-GHISALLO tutte con il CONI.- anche le non competitive come la STRAMILANO, la durisssima Maratona (Km. 42) della BRIANZA dove io ho partecipato, con partenza ed arrivo allo stadio di SEREGNO.

CONTINUA – PARTE TERZA

Share: