A differenza degli  scorsi anni, dove la prima domenica dopo le vacanze ci si ricompattava e si partecipava alla tapasciata di 30 Km in quel di Cortenuova di Bergamo, quest’anno ho deciso di tornare a correre la mezza maratona di Castel Rozzone (BG), manifestazione a cui avevo partecipato dieci anni fa. È dura convincere i ragazzi a seguirmi visto il caldo che da giorni ci opprime.

 All’appello rispondono i due fratelli di “ sangue” il Giampy e il Mau e di rimbalzo il Maga e Mariani Salvatore. Siamo in cinque a rappresentare il gruppo e direi come inizio niente male !!! Si arriva da giorni di caldo afoso al contrario stamattina il cielo è coperto e minaccia pioggia ma sempre caldo fa. Ce ne accorgiamo nella sgambata pre – gara in quanto ci ritroviamo in poco tempo subito sudati. Due gare in una: diecimila metri e mezza maratona (21,075 Km). Cento iscritti per la prima e quattrocento per la seconda. Per noi due giri di un circuito piatto e veloce tra le campagne in una zona ricca di allevamenti di bestiame. Alle nove in punto la partenza come nostro solito (cattivo errore) dalle retrovie con un’andatura tranquilla visto anche la difficoltà nel respirare causata dall’afa. Si suda parecchio e si aspetta con ansia il sopraggiungere degli spugnaggi e dei ristori. Il  “Mau” già visto in ottime condizioni le domeniche precedenti in allenamento, allunga e ci prende duecento metri a me e al “Coach,”, sempre incollato a me a farmi da badante. Come detto essendo partiti dietro, cammin facendo recuperiamo qualche posizione. Concludiamo il primo giro passando nel centro del paese di Castel Rozzone dove termina la dieci chilometri invece noi proseguiamo per il secondo giro. Abbiamo ridotto un poco lo svantaggio dal “Mau” ma il “Giampy” è in affanno causa il caldo, vorrebbe fermarsi ma questa volta tocca a me convincerlo a non mollare e rallentare l’andatura per portare a termine la gara come allenamento. Mi da ascolto e mi da la benedizione per andarmene anche perché in questo frangente è mia impressione che il tempo stia cambiando, grazie alle nuvole e la temperatura stia scendendo. Lascio il “Giampy” e qualche chilometro dopo raggiungo il “Mau” che mi dà la carica a proseguire. Ho preso un buon ritmo che mi porta a tagliare il traguardo con il tempo di 1h 30’57”. Non mi interessa il tempo, sono contento perché oltre ad avere fatto il secondo giro più veloce del primo, all’arrivo ho ancora che  energie da spendere. Do. po due minuti arriva il “Mau” seguito ad un minuto dal “Giampy”. In  1h39’55” taglia il traguardo il mio MITO il “Maga” che poi salirà sul podio classificandosi terzo della sua categoria. GRANDE !!! Francesco alla sua onorata et, quanto pagherei per arrivarci io nelle sue condizioni!!!. Da ultimo arriva il buon Salvatore in 1h45’52” contento di aver fatto un buon allenamento in vista della mezza di Monza. Nel compenso BELLA MANIFESTAZIONE … da ritornarci, costo iscrizione diciotto euro con riconoscimento una maglia tecnica “mizuno” maniche corte e tre confezioni di ravioli freschi. Ricco ristoro finale con assaggio di ravioli alla panna. Torniamo in Brianza stanchi ma contenti, doveva essere un buon allenamento veloce e così è stato. Ora piove a dirotto … per diana non poteva succedere un po’ prima ?

P.S. Questa volta il pazientoso “web – master” Valico non può lamentarsi perché avrà meno sere di lavoro, in quanto sono stato breve e sontuoso. Oggi lui era assente perché reduce da un infortunio  e da devastanti mangiate marinare che lo hanno portato ad un sovrappeso di otto chili e ha ripreso ad allenarsi e a dimagrire con cautela sotto l’occhio vigile del “Coach”. Questa volta se non ascolta i nostri consigli lo MANGIAMO VIVO!!!. Il “keniano bianco” invece è agli “arresti coniugali” con famiglia in montagna, ma corre voce che anche lì si devasti di chilometri sulla ciclabile della Valsassina in compagnia del suo idolo “il Colnaghi”. Ciao a tutti, buon rientro anche a tutti i Marciatori Desio che da qui a fine anno gireranno in lungo e in largo tutta la Brianza a camminare … L’autunno è il periodo delle tapasciate con i percorsi più belli, vedi Carate e Merate e poi c’è da preparare la “STRADESIO 2012”. Appuntamento alla prossima per i ”tRoop … runners” già domenica prossima in quel di Parma per la trenta chilometri della Duchessa. KISS DUZZA

105mo Abbiati Davide (Duzza) 1h30’57”

123mo Somaschini Maurizio (Mau)1h32’44”

139mo Somaschini Giampiero (Coach) 1h33’47”

213mo Maganuco Francesco (Maga) 1h39’32” (3° di Categoria)

291mo Mariani Salvatore 1h45’22”

 

Share: