Le corte distanze non sono le nostre preferite , ma quando sono belle non possiamo mancare . Così è stato per questa gara . Il coach qualche mese fa ci aveva detto che si doveva fare e noi ubbidienti abbiamo obbedito . Ritrovo alle 7:00 , quasi tardi rispetto al solito , purtroppo Giampiero e Maurizio non ci sono per infortunio , il capitano è un po’ arrabbiato

 . E` da Verona che lo squadrone non parte compatto , cercheremo di farci onore e far crepare d ‘invidia i 2 fratellini . La cornice della partenza è molto bella ,  una ottima organizzazione distribuisce vivande e pettorali senza alcun disagio ,  più di 1000 atleti pronti alla partenza e tra questi SuperFluido e WonderCinzia . Boom si parte , siamo dietro , abbiamo davanti molti atleti  , poco prima proponevo di farci una bella corsetta a 4:30 , ma capisco subito che i miei compagni non ne vogliono sapere , Davide accende la freccia e sorpassa centinaia di persone sulla destra purtroppo carabinieri e vigili non lo fermano così siamo costretti a seguirlo . Dopo alcuni chilometri raggiungiamo Fluido ( e questo fa capire che il 4:30 era un sogno ). Quattro chiacchiere con Roberto ,  Fabio ha anche il tempo di fare sprint e foto . Le gambe come spesso mi capita sono di legno ma sò che dopo il 7°/ 8° Km inizieranno a girare . Inizio anche a godermi il paesaggio e la compagnia della mia squadra , Davide a volte ci richiama all’ ordine per eccesso di velocità o cambi di passo inutili . Fluido è sempre davanti a noi , lui dice che da un momento all’ altro salta , sono mesi che non fa velocità ( probabilmente salterà al 100°Km ). Stiamo correndo sulla panoramica chiusa al traffico , è fantastico , il lago è sempre a vista adornato dalle bellissime montagne . Alle uscite delle gallerie spesso la strada ti offre viste da cartolina  che solo a piedi puoi apprezzare . Attraversiamo i paesi dove spesso troviamo persone assiepate ai lati che ci incitano e applaudono , Fabio con il suo cappellino e` al centro dell` attenzione ,  riscuote e offre simpatia a tutti quelli che lo vedono , alcuni notano che abbiamo la stessa maglia e commentano dicendo  “sta` arrivando una squadra “, questo mi inorgoglisce e mi fa apprezzare il bello di correre insieme ai compagni di tante domeniche mattina . La temperatura è piacevole e la scelta consigliata della sola canottiera è stata azzeccata , i passaggi nelle gallerie ci danno il giusto refrigerio . Continuo a correre senza grande affanno il ritmo è veloce , siamo sempre uniti. Passo dopo passo raggiungiamo altri atleti ma oggi quello che conta è arrivare uniti al traguardo , il tempo personale non conta ed il podio di categoria credo che sia difficile anche per la nostra “ punta di diamante “  infatti prima di partire ci ricorda che siamo in terra di campioni soprattutto su quelle distanze . Mancano meno di 6 km , Fabio deve arrivare con noi non esistono scuse , Davide ed io continuiamo ad incitarlo , ma nello stesso tempo capisco che stiamo chiedendo parecchio sia a noi che a lui , infatti il Garmin mi dà una media  4:17 su un percorso che non ‘ è certo un tavolo di biliardo . Vediamo Lovere manca poco , un po’ di vento contrario ci vuole rallentare ma noi tiriamo fuori le vele giuste e facciamo gli ultimi 3 km sotto i 4:15 . Con le mani unite e sollevate  raggiungiamo il traguardo sento ancora dire “arriva una squadra” , siamo felici ci abbracciamo e ci facciamo le congratulazioni . Tempo finale:  Trasente Michele  1h47′ 11″ (mike69), Abbiati Davide (duzza)1h47’13”, Valcarenghi Fabio (valico)1h47’13”. Peccato mancavano Giampiero e Maurizio , pensa che bello un arrivo insieme a loro . Al ristoro finale troviamo Fluido fresco come una rosa , meno male che stava per saltare 10 km prima , è un fuori classe e chi lo conosce lo sa . Doccia altro ristoro e ci avviamo all ‘imbarcadero . Saliamo sul pullman che ci riporta a Sarnico , tra una battuta e l’altra si fanno nuove amicizie si  scambiano idee ed esperienze , a confermare la previsione del capitano 2 di loro sono bergamaschi prima e primo di categoria , complimenti !!! Raggiungiamo la macchina si ritorna a casa ma ormai Sarnico Lovere rimane un bel ricordo , la nostra testa và a Sommacampagna prossimo appuntamento dello squadrone dei Marciatori Desio.  VEDI FOTO
Share: