Io non posso fare molte gare durante l’anno quindi quelle poche cerco di selezionarle, grazie ai miei amici di corsa ho deciso di fare quest’ultramaratona.Il  ritrovo , neanche molto presto rispetto al solito . Alle 6:00 siamo già in macchina,

 Valico ci porta a destinazione e come ogni domenica caffè precorsa, Davide sa tutto, strada, parcheggio, palestra ecc… in breve tempo siamo pronti. Il punto di partenza è importante siamo di fronte alle Terme in pieno centro, gli atleti non sono molti, ma comunque troviamo qualche faccia conosciuta. Lo sparo della pistola ci lancia verso una nuova avventura, piccolo giro nel centro e poi si esce dal paese, inizio a pensare ai consigli ed informazioni di chi l’ ha fatta l’ anno prima : “ ricorda sale fino quasi al 28-30 Km , attento ci sono con voi anche quelli della 25 Km “ . Fatto tesoro di queste info parto con il mio passo ma dopo pochi km alla prima salita perdo il contatto dai miei soci per poi riprenderli alla prima discesa, siamo al 10 km ormai praticamente sono solo davanti a me a qualche centinaio di metri vedo qualcuno ma anche in questo caso decido di non forzare , potrebbe essere uno dei 25Km oppure potrei strafare e saltare verso la fine , proseguo di buon ritmo rimango sotto i 4:45  e mi godo anche il paesaggio . oramai sono al 20° sento che qualcuno arriva mi fermo al ristoro , lui passa io riparto lo uso come lepre ma dopo pochi Km lo ripasso e mi ritrovo solo , sono al 25° so che manca poco allo scollinamento ma la pendenza aumenta e il mio passo sale oltre i 6 Km/m  verso la fine di una serie di tornanti vedo Fabio e Davide li saluto non sono molto lontani , se continuo così mi raggiungeranno ma so che a breve inizierà la discesa  , finalmente arriva , inizio a spingere le gambe girano bene  mi accorgo che dietro non arriva nessuno e davanti vedo un altro podista che in breve raggiungo e passo . Finisce la discesa e quel ritmo indiavolato si trasforma quasi in una marcia funebre, le salite se pur minime si fanno sentire soprattutto perché siamo oltre il 34° e se prima pensavo a fare un buon risultato e non farmi passare da nessuno  ora penso solo a finire. Sono stanco e quasi quasi camminerei , mancherebbe solo un’ oretta se tengo duro il risultato arriva , sopraggiunge una ragazza in compagnia di un suo amico  e a velocità quasi doppia mi passano  dopo poco arriva un ‘ altro e si ripete il copione . Ora penso agli amici di PB che corrono per 50 60 100 o 120 Km e mi domando come facciano . Penso alle parole di Davide che poco prima di partire ci aveva detto che gli ultimi 5/6 km erano in discesa e grazie a questi pensieri inizio a spingere ,  riesco ad andare sotto ai 5 al km ed ora sono sicuro di poter tenere quella posizione arrivo nel centro e corro più forte non vedo l’ ora di passare sotto il traguardo . Lo speaker dice il mio nome la ragazza mi da la medaglia , ed ora aspetto i miei amici con cui condividere questa grande gioia.

Share: