Per ogni situazione c’è un vestito da indossare; c’è chi lo compra già confezionato, oppure chi se lo fa fare su misura in base alle sue esigenze. In questo caso si va da un sarto e lui prende le misure, taglia, cuce a nostro piacimento. Il mio piacere è stato la voglia di un D+, ricominciare per la prima volta quest’anno e riassaporare la bellezza e la fatica delle montagne.

 

 

Come un pugile suonato, come un paziente anestetizzato, in coma da un inizio di stagione segnato da un infortunio e con addosso la paura di farmi ancora male, avevo bisogno di risvegliare quelle emozione , sensazioni che solo la natura ti può dare. Come fare ??? La risposta mi è arrivata immediata … ho preso il computer, sono entrato in internet nel sito degli amici di Podismo Brianza e sulla chat ho scritto <vorrei fare D+>. E’ un attimo e subito è arrivata la risposta:<Attendi … che elaboro … firmato Giak>. Come un sarto, ha preso le misure, tagliato, cucito e … <Lunedì Suello 15 Km 1750 metri D+ ore 09:00 … TI ASPETTO!!!>. Con noi c’è anche Mike che dopo aver corso 28 Km il giorno prima con i tRop … runner di Desio, non si fa mancare questa arrampicata. La mattina si presenta BELLISSIMA limpida; per l’emozione arrivo mezzora prima. La Partenza è puntuale alle 09:00, non prima di un briefing con Giak su quello che ci aspetta … non uno ma doppio Cornizzolo … OK PARTIAMO!!!. Brevissima discesa di qualche metro su asfalto e poi inizia la salita. Mentre io arranco e sto in silenzio per risparmiare fiato nelle retrovie, Giak davanti segna il passo e inizia a snocciolare dati a non finire, si vede che è di casa, si muove con disinvoltura, ogni movimento, ogni passo non è lasciato al caso. E Mike ?? Lui ribatte con altre nozioni è un fiume di parole, <ragazzi quei due mi stanno tirando il collo !!!>. Si sale sul Cornizzolo non percorrendo il sentiero classico <troppo facile> esclama Giak ma tagliando per la direttissima. Ogni tanto come un padrone di casa Giak si ferma a spiegare e a dare un senso a ciò che vediamo intorno a noi, ed io ne approfitto per rifiatare. In meno che non si dica, accompagnati da un paesaggio splendido, ci troviamo sulla cima del Cornizzolo. Qui raffiche di vento la fanno da padrone, il tempo di bere e giù a scendere verso le fonti Gajum per poi risalire dall’altro versante per il secondo passaggio. In questi momenti vorremmo ignorare il tempo che inesorabile trascorre, farci trasportare dalla natura ma purtroppo impegni di Giak e Mike ci inducono a tornare in se e a riprendere la strada del ritorno a fondo valle, dove purtroppo finisce la nostra avventura. … PECCATO !!!  Avrei fatto volentieri un terzo passaggio sulla cima  … pazienza!!!! ….< SCHERZAVOOOOOOO SONO COTTO!!!>  Ringrazio Mike e Giak per la compagnia e per avermi fatto vivere una splendida giornata ….GRAZIE, GRAZIE, GRAZIE. Approposito …. Giak ti salutano i miei quadricipiti doloranti, un GRAZIE anche da parte loro.

 

VEDI FOTO

Share: