Resistenza alla velocità è il mio obiettivo per questo fine stagione, abituare il mio corpo ad andare più veloce per più chilometri, e quale miglior occasione di trentadue chilometri competitivi a Parma? Partenza da Desio alle ore 06.00, in mia compagnia ci sono tre mostri sacri del podismo: Abbiati Davide, Sommaschini Giampiero e suo fratello Maurizio. Ci mettiamo un’ora e trenta minuti per arrivare a destinazione.

C’è poca gente, il grosso degli atleti deve ancora arrivare, gli organizzatori stanno rifinendo gli ultimi preparativi prima della partenza. Dopo aver ritirato il pacco gara con dentro canotta tecnica, pettorale, chip e alimenti vari, come non bere un buon caffè? Il tempo passa tra discussioni futili e propositi per la gara < Partiamo e arriviamo tutti assieme !!!! >con fare serio dichiara Davide, < Ho già capito> rispondo Io; dopo questa dichiarazione propongo subito la foto di gruppo prima di partire e non come al solito alla fine <chi vi vede più?> Il mio riscaldamento prima della partenza è uno SPETTACOLO!!! Giampiero e Maurizio corrono lenti lungo il vialone centrale della piazza … precisi, mentre Io e Davide ci sediamo ai bordi della strada sul marciapiede, a guardare il viavai degli atleti che si scaldano. La partenza della gara è alle nove e trenta, il percorso si snoda su tre giri da 10550 mt. si parte tutti assieme; c’è la gara dei dieci chilometri (1° giro), dei ventuno chilometri (2° giro) e la nostra trentadue chilometri (3° giro). Anche se c’è molta gente e si procede a ZIG-ZAG per superare i più lenti, l’andatura è molto sostenuta 4/4.10 al chilometro. Davanti Davide e Giampiero a scandire l’andatura, dietro Io e Maurizio. Che FATICA!!!!, sono a ruota, ma non riesco a spaccare il fiato. Il percorso cittadino è molto bello costellato da pavé, asfalto, curve secche, poi al sesto chilometro si entra nel parco Ducale tutto sterrato molto bello, si gira intorno al laghetto interno e all’ottavo chilometro si sbuca fuori e si prosegue per poi concludere verso il centro tra due ali di folla il primo giro in 47’33”. Gli atleti iniziano a sfoltirsi la dieci chilometri è già finita. Secondo giro bene sempre assieme, ma non per molto, Davide e Giampiero costanti avanzano con il loro passo veloce, subito dietro Maurizio un po’ più lontano Io, li vedo sono li, si stanno allontanando … secondo giro 1h36’ (21 Km) mancano ancora dieci chilometri. Al venticinquesimo chilometro riprendo Maurizio, la sua corsa si fa sempre più pesante, è in crisi, oggi non è la sua giornata, d’altronde si sapeva imbottito com’era di antibiotici per problemi fisici … EROE !!!. Sono sicuro che appena si ristabilirà sarà lì davanti più veloce di prima. La fatica inizia a farsi sentire, le gambe girano bene … niente crampi, ma la testa mi ordina di rallentare un po’ per paura di non farcela … PRUDENTE !!!. Avanti cosi … al trentesimo chilometro intravedo davanti a me Giampiero, CHE STRANO … è in sofferenza, pesante, riesco ad avvicinarlo, mi affianco e mi accerto che stia bene e poi … VIA, proseguo per la mia strada ormai manca poco. Finisco con mia sorpresa in progressione e vedo in lontananza Davide, ma non riesco a raggiungerlo ormai è FINITA …2h27’29” il mio tempo … NON MALE !!!  Davide 2h27’10” Giampiero 2h28’17” Maurizio 2h39’52” Ps. complimenti all’organizazzione per il percorso molto bello, peccato per i ristori con solo acqua e sali minerali.   Vedi Foto

Share: