Questa maratona è atipica; primo perchè è una gara non competitiva FIASP, con partenza libera dalle 07.30 alle 08.30, poi perchè pur essendo il percorso sempre uguale, la partenza cambia ogni anno; Colere, Azzone, Schilpario, Vilminore. Quest’anno si parte da Colere (BG). Io, Giampiero Sommaschini e Davide Abbiati, ci mettiamo un’ora e trenta minuti per percorrere centosette chilometri di strada Desio.

 C’è pochissima gente, gli organizzatori sono ancora intenti nei preparativi. Sono le 06.30 la temperatura è di nove gradi … BRRRR !!! FA FREDDO!!!. Fa FREDDO a tal punto che mi devo coprire con una felpa … ma fa ancora FREDDO !!! … per fortuna i bar non mancano e VIA, subito dentro a bere un caffè e scaldarci … < chi esce di qui ?> Ore 07.30 inizia la nostra avventura … subito sette chilometri di discesa su asfalto, non male, con Davide e Giampiero davanti, Io dietro. Si viaggia spediti, si passa il paesino di Castello poi si arriva a Dezzo settimo chilometro. Qui la discesa finisce e inizia la salita … tre chilometri di ascesa pura, Io sempre dietro seguo il passo e l’esperienza dei due TOP RUNNERS davanti a me, oggi sto abbastanza bene. Si arriva a Dosso undicesimo chilometro primo ristoro, la strada asfaltata finisce e qui inizia la mulattiera … CHE FATICA !!!. I primi seicento metri sono da incubo è molto duro, Io e Giampiero camminiamo, Davide continua a correre … ma come fà??? è uno STAMBECCO e in pochi secondi … PUFF!!! SPARISCE dai nostri occhi … GALATTICO !!!. Si va avanti per due chilometri con saliscendi impegnativi dentro una fantastica pineta, poi si scende fino al quattordicesimo chilometro per poi risalire ancora fino ad arrivare ad Azzone quindicesimo chilometro dove è situato il secondo ristoro. Siamo ancora assieme, ma per poco, il paesaggio che ci circonda è troppo bello per non essere catturato dalla mia macchina fotografica, infatti; mentre percorriamo i due chilometri di salita, mi fermo e … è un continuo scattare foto … <CIAO, CIAO compagni d’avventura> … ormai li vedo allontanarsi. La mia gara inizia ora, SOLO, distratto da questa SPLENDIDA Valle. Percorro la discesa fino al diciannovesimo chilometro poi salgo fino a Schilpario, ventunesimo chilometro altro ristoro diritto in cima al ventunesimo chilometro, dove si scollina; discesa di due chilometri poi sali/scende fino a Vilminore ventinovesimo chilometro. Si sale a Tevene trentacinquesimo chilometro poi a scendere a Colere dove arrivo in 3h47′. BELLA, BELLA, BELLA … Devo ringraziare Giampiero e Davide che mi anno fatto conoscere questa FAVOLOSA gara intorno alla Val di Scavia. Approposito, loro sono arrivati dieci minuti prima !!!     Vedi Foto
Share: